Tel./Fax 035 400544    info@lacullasnc.com

Benvenuti in La Culla s.n.c.!

Nuova normativa seggiolini Auto 2017

Nuove normative per i seggiolini auto 2017

Stai cercando delle indicazioni chiare in merito alla nuova normativa per i seggiolini auto che andrà in vigore nel 2017? Bene! Vediamo insieme di cosa si tratta.

Nel corso del 2017 la normativa europea relativa al trasporto in auto dei bambini cambierà per aumentare il livello di sicurezza dei piccoli passeggeri, in conformità ai risultati degli ultimi crash test eseguiti e dei nuovi ritrovati in fatto di protezione personale.
Entrambe le normative attualmente in vigore R44/04 e R129 (anche detta i-Size) subiranno delle modifiche e delle integrazioni, volte a garantire minori rischi in caso di impatto e maggiore facilità di installazione dei seggiolini in auto.

Purtroppo, almeno in Italia, gli obblighi di legge sull'uso dei seggiolini di ritenzione, vengono spesso disattesi. Non è raro imbattersi in genitori incoscienti che lasciano i bambini liberi di scorrazzare per l'abitacolo o che li tengono seduti sulle loro ginocchia, perchè tanto la strada è così poca o perchè se no il bambino piange troppo. Le statistiche ci dicono che la maggior parte degli incidenti con conseguenze gravi avvengono proprio negli spostamenti a corto raggio, a poca distanza da casa, in cui l'adulto magari presta meno attenzione o sottovaluta il pericolo. E se il bambino piange legato nel seggiolino lasciatelo pure strillare. Meglio disperato e singhiozzante che ferito gravemente (o peggio!) per aver sfondato il parabrezza in seguito ad una vostra frenata o ad un forte impatto. Insomma, è vero che l'abbraccio di mamma risolve molte cose, ma non è questo il caso: proteggete il vostro bambino perchè è la cosa più preziosa che avete. Se non siete convinti cercate su youtube qualche video di crash test con bambini non legati in auto e guardando le possibili conseguenze cambierete subito idea. E se imporrete con fermezza il seggiolino, sin dai primi giorni di vita, anche vostro figlio ci si abituerà o perlomeno se ne farà una ragione. Ma siate fermi e decisi sempre, senza fare eccezioni per nessun motivo, altrimenti il bambino se ne approfitterà subito per mettervi alla prova.

Vediamo quindi quali novità sono previste e quando diventeranno operative.

Nell'estate del 2017 entrerà in vigore la fase 2 della normativa R129 che porta alcuni cambiamenti fondamentali.
La prima novità è che il seggiolino non andrà più scelto in base al peso del bambino ma alla sua altezza, parametro che è stato valutato maggiormente indicativo per farlo viaggiare più sicuro.
La seconda è che non sarà più obbligatorio fissare i seggiolini per bambini da 100 a 150 cm di altezza con il sistema ISOFIX, che rimane invece in vigore per tutti i seggiolini omologati per il trasporto di bambini di altezza inferiore ai 100 cm.

Per chi ancora non ne fosse informato, spieghiamo che ISOFIX è un sistema internazionale di fissaggio che nasce dall'accordo tra i produttori di auto e i produttori di seggiolini. Sia il sedile dell'auto che il seggiolino dovranno essere dotati di tre punti di aggancio (ad anello, in acciaio, sul sedile e a pinza sul seggiolino) uno in alto e due in basso, che garantiscono, in caso di impatto, una migliore ritenuta del seggiolino al suo posto rispetto alle cinture di sicurezza. Per sapere se la vostra auto è equipaggiata con il sistema ISOFIX cercate le relative etichette sul sedile che indicano i punti di aggancio oppure consultate il manuale di istruzioni o il sito web del costruttore.

La terza novità della normativa riguarda i seggiolini anche detti rialzo per passeggeri fino a 125 cm di altezza, cioè quei supporti che permettono di sollevare il bambino quanto basta perchè possa allacciare correttamente la cintura di sicurezza, affichè questa passi sul petto e non sul collo. Questa tipologia di seggiolini dovrà essere, d'ora in avanti, obbligatoriamente dotata di schienale, per una migliore protezione della colonna vertebrale in caso di incidente. È stato evidenziato infatti dai crash test, che lo schienale avvolge il bambino proteggendolo maggiormente in caso di impatto laterale.
Tra i 125 e i 150 cm (altezza in cui cessa l'obbligo di uso del rialzo, indipendentemente dal peso o dall'età) si potranno ancora utilizzare seggiolini senza schienale.

MOLTO IMPORTANTE: se i seggiolini da orientare in senso opposto a quello di marcia (stiamo parlando dei cosiddetti ovetti) vengono fissati sul sedile anteriore dovete OBBLIGATORIAMENTE disattivare l'airbag. Diversamente, in caso di impatto il seggiolino verrà spinto verso il sedile e il bambino all'interno verrà schiacciato. Per la disattivazione dell'airbag rivolgetevi ad una officina autorizzata dal costruttore del veicolo.

Poichè la normativa R44 non viene soppiantata dalla R129, ma entrambe rimarranno attive ed in vigore, non è obbligatorio eliminare i seggiolini già in vostro possesso omologati secondo queste disposizioni. Sappiate solo che i seggiolini di nuova generazione sono più sicuri, a voi spetterà la scelta.
Per comodità riportiamo anche la classificazione dei seggiolini in base alla normativa R44:
Gruppo 0 per neonati fino a 10 kg di peso (indicativamente 0-9 mesi di età). È la cosiddetta navicella, in cui il bambino viaggia sdraiato, da posizionare esclusivamente sul sedile posteriore
Gruppo 0+ per neonati fino a 13 kg di peso (indicativamente 0-16 mesi di età). È il cosiddetto ovetto, da posizionare nel senso opposto a quello di marcia, sul sedile anteriore o posteriore
Gruppo I per bambini con peso compreso tra 9 kg e 18 kg (indicativamente 12 mesi-4 anni di età). È il classico seggiolino da posizionare in senso di marcia, sul sedile anteriore o posteriore
Gruppo II per bambini di peso compreso tra 15 kg e 25 kg (indicativamente 3-6 anni di età). È il cosiddetto rialzo, da posizionare sul sedile anteriore o posteriore
Gruppo III per bambini di peso compreso tra 15 kg e 36 kg (indicativamente 5-12 anni di età). È il rialzo che accompagna il bambino fino al raggiungimento dei 150 cm di altezza, momento in cui non avrà più bisogno di alcun supporto per allacciare correttamente la cintura di sicurezza.

Per maggiore sicurezza, si consiglia comunque, di fissare tutte le tipologie di seggiolini sul sedile posteriore dell'auto, meglio se nel posto centrale, anche quelli che la normativa permette di mettere sul sedile del passeggero. In caso di impatto frontale o laterale il vostro bambino sarà molto più protetto. Certo, è sicuramente più comodo avere il bambino in fianco a noi, per poterlo vedere e magari allungargli il ciuccio in caso di necessità, ma la sua maggior protezione dovrebbe prevalere sempre.

Come scegliere il seggiolino, quindi?
Rivolgetevi ad un rivenditore di fiducia, che vi saprà dare tutte le informazioni necessarie su marche, modelli e costi. Verificate che il seggiolino sia robusto, ben imbottito e che riporti tutte le etichette che ne comprovano l'omologazione secondo le nuove normative. Non lasciatevi influenzare dall'estetica: è assolutamente indifferente che il vostro bambino viaggi in un seggiolino rosso piuttosto che giallo, a righe o a fiorellini ma è fondamentale che viaggi sicuro, in un manufatto che corrisponda ai requisiti di sicurezza, affidabilità e protezione indispensabili. E non è necessario acquistare tutte le tipologie di seggiolini elencati nella normativa, alcuni infatti sono omologati per coprire due gruppi di peso (es. Gruppo 0+ e Gruppo 1) ma fate attenzione a non acquistarlo troppo in crescita: un seggiolino esageratamente ampio rispetto alle dimensioni del bambino risulterà meno sicuro. In questo caso è molto meglio andare per gradi.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti non esitate a contattarci al 035.400544

Lascia un Commento